News etichettate con "Google"

Mercoledi 12 Gennaio 2011     

Google ha annunciato l'intenzione di voler abbandonare il supporto al codec H.264 nel suo browser Chrome. Google sta cambiando il supporto al tag <video> di HTML5 per renderlo coerente con i codec già supportati dall'Open Chromium Project. In questo modo Google punta a favorire la diffusione di standard video open quali WebM (VP8) e Theora.
Questi cambiamenti si verificheranno nei prossimi mesi, Google li annuncia oggi per offrire agli sviluppatori che utilizzano il tag HTML <video> l'opportunità di apportare le necessarie modifiche ai loro siti.

 
Mercoledi 22 Dicembre 2010     

Rilasciato Google Chrome Dev 10.0.612.3 per Windows e Mac OS X, e Google Chrome Dev 10.0.612.1 per tutte le piattaforme (Windows, Linux, Mac OS X)

This release fixes several crashes as well as:

All Windows
  • Google Cloud Print sign-in interface is now out from behind a flag and can be found in Under the Hood (Issue 60092)
Mac
  • Various minor tweaks to tab overview mode (Issue 50307)
  • 25% less logspew when loading the PDF plugin
  • Sandbox the GPU process (Issue 48607)
  • Experimental popup blocker animation
  • Fix stuck hover state in bookmark button (Issue 27073)
Known Issues
  • There is no space between the Apps- and the Most Visited-Sector (Issue 67073)
  • The expanded Apps-Sector becomes unvisible after clicking on it (Issue 67075)
 
Giovedi 16 Dicembre 2010     

Rilasciato Google Chrome Dev 9.0.597.19 per tutte le piattaforme (Windows, Linux, Mac OS X)

The Dev channel has been updated to 9.0.597.19 for all platforms.
  • This was primarily a crash fix release, in particular resolving a sync related crash issue (Issue: 57898).

maggiori informazioni sono disponibili a questa pagina.

 
Giovedi 16 Dicembre 2010     

Microsoft ha rilasciato un add-on (componente aggiuntivo o estensione o plug-in) per Firefox che permette la riproduzione di video codificati con il codec H.264 su pagine web utilizzando funzionalità presenti in Windows 7.

Il nuovo add-on "estende la funzionalità del precedente plug-in per Firefox e consente di offrire video nel formato H.264 nelle pagine web, utilizzando lo standard W3C HTML5, per lavorare su Windows. Poiché i video H. 264 sono diffusi sul web questo ponte di interoperabilità è importante per gli utenti di Firefox che sono clienti di Windows"

H.264 (MPEG-4 Advanced Video Coding, MPEG-4 AVC o semplicemente AVC, Advanced Video Coding) è stato uno dei primi standard di compressione per i video ad alta definizione ed è diventato un standard de facto. Mozilla preferisce supportare altri codec come Google VP8 o WebM invece di H.264. Il download di questo add-on è possibile da questa pagina.

 
Giovedi 09 Dicembre 2010     

È partita la fase di beta test per Chrome OS, il sistema operativo lanciato da Google. È possibile proporsi come tester per Chrome OS, ma per il momento solo se si risiede negli Stati Uniti, per farlo ci si può iscrivere a questo indirizzo. Le persone che saranno ammesse come tester riceveranno il Chrome notebook. Il rilascio della versione finale di Chrome OS è attesa per la prima metà del 2011.

 
Giovedi 09 Dicembre 2010     

Andy Rubin, VP of Engineer di Google co-fondatore e CEO della compagnia che ha sviluppato Android, ha annunciato su Twitter che ogni giorno più di 300 mila telefonini equipaggiati con Android vengono attivati ogni giorno in tutto il mondo. Nel giugno di quest'anno lo stesso Rubin aveva annunciato che circa 160 mila telefonini Android erano attivati ogni giorno, numero che era salito a 200 mila a ottobre.

 
Mercoledi 08 Dicembre 2010     

Le specifiche per Java SE 7 e Java SE 8 sono stati approvate dalla JCP (Java Community Process, comitato esecutivo per Java SE/EE) con 12 voti a favore e 3 contrari, sia per Java 7 SE che per Java 8 SE. Con questa approvazione Oracle può andare avanti con il suo piano che prevede il rilascio di Java 7 SE nell'estate del 2011. Nonostante le specifiche siano state approvate non sono mancate le polemiche. Apache, Google e singoli membri hanno votato contro lamentando che le implementazioni Java debbano passare attraverso un TCK (Technology Compatibility Kit) proprietario. IBM, SAP AG, Eclipse, Credit Suisse e alcuni singoli membri hanno votato sì nel merito tecnico delle specifiche per Java SE 7 e Java SE 8, ma hanno tutti sottolineato nelle loro osservazioni che erano scontenti per via di TCK. Mentre Oracle, HP, Ericsson, Fujitsu, VMware e Intel hanno votato per approvare le specifiche senza rilasciare alcun commento relativamente al TCK.

 
Lunedi 06 Dicembre 2010     

Google ha lanciato il suo servizio di vendita di libri in formato digitale: Google eBooks. Il servizio è per il momento disponibile solo per gli Stati Uniti, nella primavera del 2011 dovrebbe essere disponibili anche per i paesi europei, tra cui l'Italia. Il numero delle opere a disposizione è notevole, saranno 3 milioni di libri, di cui 300 mila saranno a pagamento mentre gli altri potranno essere letti liberamente perché di dominio pubblico. Google eBooks utilizzerà il modello "buy anywhere, read anywhere", ovvero "compra ovunque, leggi ovunque". Sarà possibile acquistare il libro che però resterà nei server di Google e si potrà leggerlo ogni volta che si vorrà, connettendosi al server. Sarà possibile leggere i libri da numerosi dispositivi (http://bit.ly/dFR6aG), sarà possibile leggerli dal Web, o da smartphone Android, da iPhone , iPad, iPod touch, ecc.

 
Sabato 04 Dicembre 2010     

Google ha annunciato (http://bit.ly/gA13LO) l'acquisizione di Widevine Technologies, società leader nei software antipirateria video su internet. Le tecnologie DRM di Widevine sono utilizzate da diverse aziende come Blockbuster, Netflix, e Vudu, tutte aziende che offrono video streaming protetto. Widevine ha più di 60 brevetti statunitensi e internazionali, e oltre 100 in attesa di essere approvati, in diversi settori: streaming adattivo, crittografia a livello di applicazione, rilevamento in tempo reale della pirateria, monitoraggio dei media.

 
Sabato 04 Dicembre 2010     

Groupon avrebbe detto di no alla proposta di acquisizione da parte di Google. È quanto scrive il chicagobreakingbusiness (http://bit.ly/fKMYAn). Secondo alcune indiscrezioni Google era arrivata ad offrire fra i 5 e i 6 miliardi di dollari per Groupon (http://bit.ly/hrBBlY). Il fatturato previsto di Groupon per il 2010 si aggira intorno ai 350 milioni di dollari.

Pagina 3 di 4