Come crittografare una partizione o un disco con TrueCrypt 

Come crittografare una partizione o un disco con TrueCrypt
4 Giugno 2010 Software
   




Truecrypt è un software freeware OTFE (On The Fly Encription) che consente di crittografare "al volo", on-the-fly, i propri dati. Con TrueCrypt sarà possibile criptare una partizione o un intero disco, è anche possibile creare una partizione virtuale criptata il cui contenuto sarà poi memorizzato in un singolo file (file container).
Gli algoritmi di crittografia supportati da TrueCrypt sono: AES (Advanced Encryption Standard), Serpent, Twofish. Sono inoltre disponibili cinque combinazioni di algoritmi (superencryption, il messaggio viene criptato uno o più volte utilizzando uno o più algoritmi): AES-Twofish, AES-Twofish-Serpent, Serpent-AES, Serpent-Twofish-AES e Twofish-Serpent.
TrueCrypt è al momento disponibile per i sistemi Windows: Windows 7 (32 e 64 bit), Windows Vista (32 e 64 bit, SP1 e successivi), Windows XP (32 e 64 bit), Windows Server 2008 (32 e 64 bit), Windows Server 2003 (32 e 64 bit), per i sistemi Linux e Mac OS X.  

Creare ed utilizzare una partizione virtuale crittografata

Con TrueCrypt è possibile creare una partizione virtuale crittografata, i file e le cartelle copiate in questa partizione virtuale saranno crittografate, il contenuto della partizione virtuale sarà poi salvato in un unico file (file container).
Innanzitutto si crea una partizione virtuale cliccando su Create Volume

Figura 1.
quindi si seleziona Create an encrypted file container

Figura 2.
e si clicca su Next. Al passo successivo si seleziona Standard TrueCrypt Volume se si vuole creare una partizione virtuale normale, si seleziona Hidden TrueCrypt Volume se si vuole creare una partizione virtuale nascosta.

Figura 3.
Quindi si indica dove salvare il file container ed il suo nome

Figura 4.
Nell'esempio si è scelto di salvare i dati contenuti nella partizione virtuale crittografata nel file datax che sarà salvato in E:\. Al passo successivo si sceglie l'algoritmo di crittografia che si intende utilizzare per crittografare i dati

Figura 5.
nell'esempio si è scelto l'algoritmo AES.
Si indica la dimensione (massima) che potrà avere il file crittografato

Figura 6.
nell'esempio si è indicata una dimensione massima di 1 GB.
Al passo successivo si deve scegliere la password che sarà poi richiesta per montare la partizione virtuale (è consigliata una password di almeno 20 caratteri)

Figura 7.
È anche possibile utilizzare un keyfile invece di una password. Per usare un keyfile si mette il segno di spunta su use keyfile quindi si clicca sul bottone Keyfiles....
Se un keyfile è già disponibile lo si aggiunge con Add files quindi lo si seleziona e si clicca su Ok. Se un keyfile non è già disponibile è possibile crearlo con TrueCrypt, si clicca su Generate and save Keyfile ... e si salva il keyfile. Quindi si torna alla finestra precedente e si seleziona il keyfile da utilizzare.
Nel passo successivo si scelgono alcune caratteristiche del volume virtuale, come il file system, i cluster ed il tipo di volume, un volume statico o dinamico (a dimensione fissa o variabile)

Figura 8.
nell'esempio si è scelta una partizione virtuale non dinamica, con file system NTFS e cluster di default. Quindi si formatta la partizione virtuale cliccando su Format

Figura 10.
al termine della formattazione il volume virtuale è stato creato, si clicca su Ok e successivamente su Exit. In realtà è stato creato in E:\ il file datax della dimensione di 1 GB come precedentemente impostato

Figura 11.
in questo file saranno salvati i dati della partizione virtuale crittografata.

Una volta creato il volume virtuale, per poterlo utilizzare va montato. Innanzitutto si deve scegliere quale lettera assegnare alla partizione virtuale che si otterrà montanto il volume virtuale. Si va sulla finestra principale di TrueCrypt si seleziona una lettera tra quelle disponibili (sono elencate tutte le lettere disponibili), si seleziona il file container che si vuole montare cliccando su Select File e quindi si clicca su Mount

Figura 12.
nell'esempio si è scelto si montare il file E:\datax e di assegnare la lettera H alla partizione virtuale. Si inserisce quindi la password relativa alla partizione virtuale

Figura 13.
cliccando su Mount Options si potranno impostare alcune opzioni come ad esempio indicare che la partizione virtuale montata sia di sola lettura, o che il volume montato appaia come un volume rimovibile.

Figura 14.
Una volta montato il volume apparirà indicato nella finestra principale di TrueCrypt

Figura 15.
e inoltre comparirà una nuova partizione (virtuale) in risorse del computer a cui sarà assegnata la lettera H di dimensione 1 GB

Figura 16.
Per crittografare un file (o una cartella) sarà sufficiente copiare il file (o la cartella) all'interno di questa partizione virtuale. Analogamente per decrittare un file (o una cartella) precedentemente crittografata sarà sufficiente copiare il file dalla partizione virtuale in un'altra partizione.

Una volta compiute tutte le operazioni si dovrà smontare il volume. Per farlo si va nella finestra principale di TrueCrypt si seleziona il volume virtuale montato (in questo esempio l'unico volume virtuale montato è quello corrispondente alla lettera H)

Figura 17.
e cliccare su Dismount. Una volta smontato il volume non vi sarà più una partizione (virtuale) con la lettera H assegnata.
Pagina 1 di 4
Prec 1 2 3 4 Succ